Meno decessi per cause principali

Meno decessi per cause principali

  • Salute sessuale/muto

Meno decessi per cause principali

Il numero di vittime causate da malattie cardiache, cancro, ictus, lesioni involontarie e diabete – le cinque principali cause di morte negli Stati Uniti – è diminuito, secondo un rapporto Pubblicato in Jama.

L’analisi delle morti negli Stati Uniti tra il 1969-2013 è stata effettuata da Jiemin MA, PhD-dell’American Cancer Society di Atlanta, GA-e colleghi, usando i registri del certificato di morte.

Lo studio dovrebbe contribuire alla pianificazione sanitaria, all’impostazione prioritaria e all’identificazione di fattori modificabili che possono contribuire alle tendenze sanitarie.

Il team ha analizzato i dati nazionali statistici vitali per determinare il numero totale e la variazione annua percentuale dei tassi di mortalità standardizzati per età e gli anni di vita potenziale persa prima di 75 anni per tutte le cause combinate e per le cause principali.

Tra il 1969-2013, il tasso di mortalità standardizzato per età per tutte le cause è diminuito da 1.279 per 100.000 popolazione a 730, una riduzione del 43% e una riduzione annua media dell’1,3%. Tuttavia, il tasso di riduzione ha rallentato più recentemente per malattie cardiache, ictus e diabete.

Si è verificato un calo complessivo del tasso di mortalità di 5 cause principali su 6 durante questo periodo. Il tasso di mortalità per 100.000 è diminuito per l’ictus del 77%; per malattie cardiache del 68%; per lesioni involontarie del 40%; per il cancro del 18%; E per il diabete del 17%.

Al contrario, il tasso di mortalità per la malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO) è aumentato da 21 a 42 per 100.000 – o 101% – durante questo periodo. Tuttavia, dal 2010-13, il tasso di mortalità per la BPCO negli uomini ha iniziato a diminuire; Allo stesso tempo, anche il calo dei tassi per malattie cardiache, ictus e diabete ha rallentato. Il declino annuale per le malattie cardiache è rallentato dal 3,9% nel 2000-10 all’1,4% nel 2010-13.

meno anni di vita potenziale persa

in termini di numero di anni di vita potenziale persa per 1.000 anni:

Fatti veloci sulle principali cause di morte

  • La principale causa di morte negli Stati Uniti nel 2014 è stata la malattia cardiaca, con 611.105 morti
  • La seconda causa di morte era il cancro, con 584.881 decessi
  • Il terzo è stato BPCO, che ha ucciso 149.205 persone.

Scopri di più sulle principali cause di morte

  • Per il diabete, il numero di anni persi è diminuito da 1,9 a 1,6, una riduzione del 14,5%
  • Per il cancro, è sceso dal 21,4 al 12,7, o 40,6%
  • Per lesioni involontarie, il numero di anni persi è sceso da 19,9 a 10,4, un calo del 47,5%
  • Per le malattie cardiache, la cifra è diminuita dal 28,8 a 9,1, o 68,3%
  • Per ictus, è sceso da 6,0 a 1,5 anni perduti, un calo del 74,8%.

Per la BPCO, non vi è stata alcuna riduzione del numero di anni di potenziale vita persa.

Si ritiene che i progressi contro le malattie cardiache e l’ictus siano dovute a miglioramenti nel controllo dell’ipertensione e dell’iperlipidemia, della cessazione del fumo e del trattamento medico.

Il numero inferiore di decessi per il cancro dai primi anni ’90 è probabilmente grazie agli sforzi di controllo del tabacco, nonché ai progressi nella diagnosi precoce e nel trattamento della malattia.

Il numero di anni di vita potenziale persa a causa del cancro è diminuito dal 1969, circa 20 anni in anticipo rispetto al calo dei tassi di mortalità del cancro. Ciò può riflettere l’importanza della cessazione del fumo nella prevenzione delle morti precoci.

Si ritiene che la riduzione complessiva del tasso di mortalità per lesioni involontarie rifletta un calo continuo dei decessi legati ai veicoli a motore.

Il recente rallentamento osservato del declino dei tassi di mortalità per le malattie legate all’obesità, come malattie cardiache, ictus e diabete, può riflettere le conseguenze ritardate dell’aumento della prevalenza dell’obesità dagli anni ’80.

Valutazione del tasso di mortalità "richiede approfondimenti più strutturati"

Il team chiede ulteriori studi specifici per la malattia per studiare queste tendenze. Nonostante i cambiamenti nei tassi di mortalità, prevedono che il crescente numero di persone anziane negli Stati Uniti e la crescita della popolazione statunitense porterà una notevole sfida per l’erogazione dell’assistenza sanitaria nei prossimi decenni.

Prevedono che una carenza di medici e geriatrici di base, aumento dei costi dell’assistenza sanitaria e il divario tra la vita sana e le aspettative di vita saranno aree di preoccupazione.

Dr. J. Michael McGinnis, della National Academy of Medicine a Washington, DC, afferma in un editoriale di accompagnamento:

"Il tasso di mortalità potrebbe essere stato in un tempo sufficiente Misura delle prestazioni del sistema sanitario, ma la valutazione ora richiede approfondimenti più strutturati, comprese quelle che riflettono la capacità di miglioramento di misurare lo stato di salute, la prevalenza del rischio e l’accesso al servizio, l’efficacia e la convenienza. ”

Limitazioni dello studio dello studio includere possibili inesattezze nei rapporti sui certificati di morte; I dati sono stati generalmente trovati accurati per il cancro e le lesioni, mentre i decessi per BPCO, ictus e diabete tendevano a essere sottoposti a sottostima e i decessi per malattie cardiache tendono ad essere sovraccaricate, secondo i ricercatori.

Le notizie mediche oggi hanno riferito in precedenza che l’ictus era caduto in un posto alla quinta causa di morte negli Stati Uniti, scambiando luoghi con lesioni involontarie.

  • Cancro/oncologia
  • cardiovascolare/cardiologia

Meno batteri "buoni intestini" nei neonati cesarei

I ricercatori hanno scoperto che i bambini che sono consegnati dalla sezione cesareo hanno una gamma inferiore di buoni batteri intestinali nei loro primi 2 anni di vita, rispetto a I bambini consegnati attraverso il canale di nascita della madre.

Lo studio, pubblicato nell’intestino della rivista BMJ, rivela che livelli più bassi di batteri intestinali benefici hanno implicazioni per lo sviluppo del sistema immunitario, in particolare quando i bambini consegnati da C- La sezione ha anche mostrato livelli più bassi di sostanze chimiche responsabili della prevenzione delle allergie.

I ricercatori della Svezia hanno analizzato le viscere di 24 neonati. Nove di questi bambini sono stati consegnati da C-sezione, mentre 15 sono stati consegnati vaginalmente.

Gli autori dello studio hanno utilizzato il sequenziamento del DNA ad alto rendimento per determinare la composizione microbica nei campioni fecali. Questi campioni sono stati raccolti dai bambini a 1 settimana dopo la nascita, quindi a 1, 3, 6, 12 e 24 mesi dopo la nascita.

Anche campioni di sangue sono stati prelevati a 6, 12 e 24 mesi. Questo è stato per verificare i livelli di sostanze chimiche del sistema immunitario Th1 e Th2 associate chemochine. Le chemochine TH2 in eccesso svolgono un ruolo nello sviluppo di allergie e le chemochine Th1 combattono questo sviluppo.

Il principale gruppo di batteri mancanti nei bambini cesare I bambini consegnati dalla sezione cesareo mancavano uno dei principali gruppi di batteri intestinali, i batteriidetes phylum, rispetto ai bambini che sono nati vaginalmente.

Inoltre, alcuni bambini tappe 12 mesi di età.

I ricercatori aggiungono che la gamma totale di batteri tra i neonati consegnati dalla sezione c-sezione era inferiore rispetto ai bambini che venivano consegnati attraverso il canale di nascita della madre.

I bambini consegnati da C-sezione hanno anche mostrato livelli circolanti più bassi di TH1 nel loro sangue, mostrando uno squilibrio tra le sostanze chimiche Th1 e Th2. Ciò significa che i bambini potrebbero essere più suscettibili allo sviluppo di allergie.

I batteriidete sono importanti per innescare il sistema immunitario per rispondere in modo appropriato ai trigger, affermano i ricercatori. Quando il sistema immunitario si estende per una mancanza di buoni batteri intestinali, questo può portare a allergie, diabete e malattia infiammatoria intestinale.

Due autori dello studio – Anders Andersson, ricercatore del KTH Royal Institute of Technology and Science for Life Laboratory di Stoccolma e Maria Jenmalm, ricercatore dell’Università di Linköping – :

"I bambini nati da un parto vaginale in genere condividevano più specie batteriche con la propria madre che con altre madri, mentre ciò non poteva essere mostrato per i bambini nati dalla sezione Cesarenaria."

Hanno aggiunto:

"Il nostro studio mostra che i membri del microbiota intestinale della madre vengono trasferiti al bambino durante il parto vaginale e che la sezione Cesarenaria porta a un modello di colonizzazione alterato della parte inferiore del bambino intestino. ”

Potrebbe essere necessario un probiotico speciale per i bambini a cesare Associazione tra allergia e una diversità microbica inferiore dell’intestino. Aggiungono:

“Il nostro studio attuale fornisce un legame tra queste associazioni dimostrando che la sezione Cesarenaria porta a una diversità batterica inferiore dell’intestino e può quindi spiegare l’associazione tra sezione caesaria e allergia."

I ricercatori affermano che questo studio potrebbe portare a ulteriori indagini sul fatto che il trasferimento di batteri vaginali e fetali materni ai neonati consegnati dalla sezione c-C-sezione possa normalizzare il loro sviluppo del microbiota.

Aggiungono che sarebbe anche interessante indagare se l’integrazione di batteri probiotici ai neonati consegnati dalla sezione C potrebbe stimolare la loro maturazione immunitaria e prevenire lo sviluppo di allergie.

  • Malattie infettive/batteri/virus
  • Pediatria/salute dei bambini
  • Gravidanza/Ostetrica

I fibromi durante la gravidanza: segni, impatto e prevenzione

i fibromi, chiamati anche leiomiomi, sono tumori non cancerosi che crescono nell’utero. È comune per le donne avere fibromi, ma nei casi più gravi possono influenzare la gravidanza o la fertilità.

Nella maggior parte dei casi, le donne con fibromi non si rendono conto di averli, poiché le escrescenze sono troppo piccole per causare complicazioni evidenti. Tuttavia, i fibromi più grandi possono influenzare la concezione, lo sviluppo fetale o la consegna.

Segni e sintomi

i fibromi spesso passano inosservati, poiché non sempre producono segni o sintomi.

In coloro che sono sintomatici, la principale indicazione dei fibromi è il sanguinamento anormale sotto forma di sanguinamento mestruale pesante o esteso. Crampi gravi, simili ai crampi mestruali

  • Dolori e tensioni diffusi nello stomaco
  • Problemi di digestione, come la costipazione
  • aumentava la necessità di urinare, se il I fibromi esercitano pressione sulla vescica
  • Le donne possono anche sperimentare difficoltà a urinare o mal di schiena, ma questi sintomi sono relativamente rari.

    Come influenzano la gravidanza

    i fibromi di solito non influiscono significativamente sulla gravidanza.

    Tuttavia, a volte possono causare:

    • Perdita di gravidanza
    • Labour pretermine
    • rottura prematura delle membrane fetali (Prom), che porta alla W ater che si rompe presto
    • emorragia poco prima del parto
    • malpresa, in cui il feto non si trova nella giusta posizione
    • Lavoro ostruito
    • Emorragia seguente Consegna
    • Necrosi, interrompendo l’afflusso di sangue o causando la morte cellulare

    I fibromi a volte possono prevenire la gravidanza causando infertilità. I ricercatori stanno ancora studiando come ciò accade, ma pensano che le dimensioni e la posizione dei fibromi determinino l’entità del loro effetto sul corpo.

    i fibromi possano influire sul concepimento ostacolando i tubuli di Falloppia L’uovo passa prima che uno sperma lo fertilizza. P> Un medico può raccomandare varie procedure chirurgiche per trattare i fibromi in gravidanza.

    Nei casi in cui i fibromi sono particolarmente grandi, il che può avere implicazioni critiche, un chirurgo può eseguire una miomectomia, rimuovendo i fibromi durante la gravidanza. Tuttavia, questo è raro, poiché l’intervento chirurgico può comportare ulteriori complicazioni.

    La rimozione dei fibromi durante un parto cesareo sta diventando più comune, ma è ancora rischioso. Di conseguenza, si verifica solo se è necessario.

    Se possibile, l’opzione più sicura è attendere fino a dopo la consegna per rimuovere le crescita.

    L’isterectomia è attualmente la procedura principale che i chirurghi si esibiscono per trattare i fibromi, in quanto è l’unico trattamento definitivamente efficace ed elimina il rischio di ritorno dei fibromi. Tuttavia, poiché un’isterectomia rimuove l’utero, la gravidanza non sarà più possibile per coloro che subiscono l’intervento.

    Prevenzione

    Se un medico identifica i fibromi prima del concepimento, può trattarli prima La donna rimane incinta. Tuttavia, i trattamenti disponibili sono temporanei e potrebbero non essere efficaci.

    Una donna può subire:

    • Terapia ormonale
    • Chirurgia per rimuovere il fibroma
    • Trattamento ad ultrasuoni ad alta intensità
    • L’embolizzazione dei fibridi uterini, che è una procedura che limita i vasi sanguigni che forniscono i fibridi

    I trattamenti ormonali includono forme di nascita Controllo, come pillole e impianti, e l’assunzione di ormoni a rilascio di gonadotropina (GNRH), di solito come scatto.

    sono disponibili diversi contraccettivi ormonali, ma attualmente sono esperti di salute di usare il dispositivo intrauterino Levonorgestrel (IUD) per Fibromi, poiché ha il minor numero di effetti collaterali. Tuttavia, gli scienziati stanno ancora ricercando come i contraccettivi ormonali funzionino contro i fibromi, poiché al momento non esiste una conoscenza sufficiente sull’argomento.

    Il leuprolide GNRH può essere una soluzione temporanea efficace, in quanto può ridurre i fibromi causando l’utero causando l’utero causando l’utero causando l’utero causando l’utero per diminuire di dimensioni. Tuttavia, le donne non possono assumere questo trattamento per più di 6 mesi a causa degli effetti collaterali.

    Le donne possono essere in grado di ridurre il rischio di sviluppare fibromi mantenendo una dieta salutare e minimizzando il tempo che trascorrono in inquinate ambienti. I prodotti alimentari artificialmente dolcificati, trasformati e conservati possono aumentare le possibilità di sviluppare fibromi.

    Quando vedere un medico

    Nella maggior parte dei casi, i fibromi non sono dannosi.

    P> le donne idealica non funziona dovrebbero vedere un medico se stanno cercando di concepire e si preoccupano di poter avere fibromi.

    Quelli con fibromi diagnosticati che rimangono incinti dovrebbero informare il loro medico di questa condizione. Il medico può quindi monitorare eventuali implicazioni durante lo sviluppo fetale e trattare i sintomi scomodi.

    Indipendentemente dalla gravidanza, è importante vedere un medico in caso di sanguinamento anormale grave, poiché ciò può portare a anemia da carenza di ferro o altre complicanze.

    Outlook

    I fibromi sono comuni, con gli esperti che stimano che incidono sul 40-80% delle donne. Il più delle volte, le crescita non avranno alcun effetto e non richiederanno un trattamento, ma a volte possono influire sulla fertilità.

    Le prospettive per le donne in gravidanza con fibromi variano notevolmente tra gli individui. Se i fibromi rappresentano un rischio per la salute della gravidanza, la donna può richiedere un intervento chirurgico.

    L’unico trattamento definitivo per i fibromi è l’isterectomia. Pertanto, se le donne hanno fibromi durante la gravidanza, dovrebbero attendere fino a dopo il parto, se possibile, prima di ricevere cure per le escrescenze.

    • Gravidanza / Ostetrica
    • La salute delle donne / ginecologia

    I malati di fibromialgia potrebbero beneficiare di agopuntura su misura

    La fibromialgia colpisce circa 5 milioni di americani, l’80-90% dei quali sono donne. Il disturbo è caratterizzato da dolore diffuso e tenerezza diffusa. Sebbene non vi sia alcuna cura, l’agopuntura su misura potrebbe fornire un gradito tregua, secondo un nuovo studio.

    Sebbene difficile da classificare, la fibromialgia è considerata una condizione reumatica perché compromette i tessuti molli e le articolazioni e provoca dolore.

    La fibromialgia porta con sé una serie di altri sintomi che scompone la vita che variano da individuo a individuo.

    Questi sintomi possono includere rigidità muscolare, mal di testa, sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e sensibilità a temperatura, suoni e luci intense.

    Le cause esatte della fibromialgia non sono ben comprese; Tuttavia, i colpevoli ipotizzati includono eventi di vita traumatici o stressanti e lesioni ripetitive.

    Contents